Secondo appuntamento della rassegna “1944”: “Giorni di gloria”, il primo film di montaggio della Resistenza italiana. 15 marzo, ore 18, cinema Massimo, Torino

Secondo appuntamento della rassegna “1944”: “Giorni di gloria”, il primo film di montaggio della Resistenza italiana. 15 marzo, ore 18, cinema Massimo, Torino

 

Giorni di gloria Giuseppe De Santis, Mario Serandrei, Marcello Pagliero, Luchino Visconti (Italia, 1945, 70’)

Film corale dedicato a eventi e situazioni della guerra partigiana, ai rastrellamenti e alle rappresaglie nazifasciste, alla tragica vicenda delle Fosse Ardeatine e al processo contro l’ex questore di Roma Pietro Caruso e il suo aiutante Occhetto, alle fucilazioni del delatore Federico Scarpato e del torturatore Pietro Koch e alla liberazione delle grandi città del nord. Si presenta come un documentario di montaggio, in cui le riprese del processo Caruso sono state dirette da Luchino Visconti, e quelle delle Fosse Ardeatine da Marcello Pagliero. Il restauro del film è stato effettuato dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale con la collaborazione dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

E’ un film che promette e dimostra, soprattutto in certi passaggi, una possibilità di rinnovare  radicalmente il modo di documentare con il cinema rispetto ai modelli fascisti e in questo senso è davvero un film della Resistenza, anche se poi, come sappiamo, il vento della liberazione non continuerà  a soffiare con pari e adeguata forza, al cinema e dappertutto…

Presenta il film Giaime Alonge