×
Filmare la storia 21

Ventunesima edizione del concorso Filmare la storia dedicato a opere audiovisive su tematiche della storia del Novecento e della contemporaneità realizzate nelle scuole di ogni ordine e grado. Sono premiati inoltre film realizzati da videomaker caratterizzati da un alto valore didattico.

L’iscrizione al concorso è gratuita

Le opere dovranno essere inviate entro, e non oltre, il 3 aprile 2024.

Giunto alla 21ma edizione il concorso organizzato dall’Archivio nazionale cinematografico della Resistenza ha l’obiettivo di valorizzare l’uso degli strumenti audiovisivi come metodologia didattica per elaborare e trasmettere la memoria storica. Si prefigge inoltre di promuovere e favorire la circolazione delle opere cinematografiche che affrontano temi importanti della storia contemporanea.

Il progetto è inserito nel programma integrato delle attività didattiche del Polo del ‘900 ed è realizzato con il contributo del MiC Direzione Generale Cinema e con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte, ANPI Piemonte e ITER Servizi educativi della Città di Torino. Si avvale infine della collaborazione dell’Archivio Storico Luce Cinecittà.

Sono partner del concorso USR Piemonte, Istituto Nazionale Ferruccio Parri, Aiace – Festival Sottodiciotto e l’Associazione Archivio Superottimisti aps.

A chi è rivolto

Il concorso è suddiviso in due sezioni per opere audiovisive realizzate da scuole e da videomaker, e in una sezione dedicata a progetti di scrittura realizzati da scuole secondarie di secondo grado. 

Sezione scuole 

Sono ammessi al concorso cortometraggi (documentari, opere di finzione, di animazione, docufilm, booktrailer) realizzate nelle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I e di II grado da singole classi, o gruppi di classi, nel corso degli ultimi tre anni scolastici (dall’a.s. 2021/2022 all’a.s. 2023/2024), che non superino la durata di 30 minuti.

Sezione videomaker 

Possono partecipare opere realizzate negli ultimi tre anni (prodotte a partire dal gennaio 2021 e concluse entro il mese di marzo 2024) realizzate in lingua italiana o sottotitolate in italiano.

 

Quest’anno c’è una novità nata dalla nostra collaborazione con l’Archivio Luce:

Scrivere per Filmare la storia / premio Luce per la didattica

Per le scuole secondarie di II grado è possibile concorrere anche con un progetto di scrittura di un prodotto audiovisivo da realizzare. Il progetto deve contenere il soggetto, le intenzioni di regia e il riferimento alle fonti, e deve prevedere l’utilizzo di materiale dell’Archivio Storico Luce – Cinecittà Spa come da regolamento.

 

Tematiche del concorso

Le opere audiovisive, di fiction o documentarie, dovranno affrontare eventi, personaggi, luoghi, ambienti, problemi di rilievo generale o locale, scelte nell’ambito della storia del Novecento e della nostra contemporaneità.

A titolo puramente esemplificativo richiamiamo fra i temi la memoria della Resistenza, della deportazione razziale e politica, della Seconda guerra mondiale, dell’antifascismo, le tematiche della storia del lavoro, la questione delle migrazioni, la legalità e il contrasto alle mafie, grandi e decisivi processi storici come il colonialismo, le lotte di liberazione, i temi inerenti la Costituzione dell’Italia repubblicana, la costruzione della cittadinanza europea, la Dichiarazione universale dei diritti umani, i temi dell’Agenda 2030, l’educazione civica e la cittadinanza digitale, così come le questioni legate al cambiamento climatico, alle migrazioni, alle guerre e alle epidemie, il contrasto al razzismo, all’omofobia e alle violenze di ogni genere.

I progetti di scrittura di un prodotto audiovisivo devono basarsi sui materiali dell’Archivio Storico Istituto Luce – Cinecittà Spa e possono affrontare i seguenti temi: lavoro, “riti collettivi, sacro e profano, società e costume”, eventi significativi dell’Italia repubblicana, problemi dell’infanzia nell’Italia del dopoguerra, ma anche il cosiddetto boom economico, le battaglie per i diritti, il mondo della scuola, le trasformazioni sociali.

Giurie 

Le giurie sono composte da storici e da esperti di cinema e di didattica che rappresentano gli enti partner del Polo del ‘900, l’ANPI, i Servizi educativi della Città di Torino, la Film Commission Torino Piemonte, l’Archivio Storico Luce Cinecittà, l’Aiace e l’Associazione Archivio Superottimisti

È inoltre istituita una giuria composta da giovani fra i 18 e i 23 anni.

Nella sezione COME ISCRIVERSI trovate il bando con il regolamento e le schede per iscriversi

Filmare la storia 21: i film premiati e le menzioni speciali delle giurie

Filmare la storia 21  Cinema Massimo, Cinema Centrale, Polo del ‘900 29-30-31 maggio I vincitori le menzioni speciali  e tutti gli eventi della ventunesima edizione del concorso     Tutti i premi della sezione Scuole   Elena Luetto e Paola Botta in giuria per ITER Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile ha attribuito il Premio […]

Le giurie di “Filmare la storia” 21 sono al lavoro. Anticipiamo qualche dato su questa edizione, straordinaria per numero di opere in competizione (mai così tante…), in evidente crescita per qualità delle scelte tematiche e cinematografiche e per la quale abbiamo pensato ad alcune novità…

Le giurie di “Filmare la storia” 21 sono al lavoro, quest’anno più intenso che mai con 192 opere iscritte, di cui 108 nella sezione scuole (104 film in concorso e 4 progetti scritti che concorrono al premio Luce) e 84 nella sezione videomaker. Presto vi presenteremo su questo sito i componenti delle giurie. Le opere […]

Fino al 3 aprile 2024 scuole e videomaker possono iscriversi al 21° concorso FILMARE LA STORIA

Filmare la storia è un concorso per opere audiovisive, di fiction o documentarie, su tematiche della storia del Novecento e della contemporaneità dedicate a eventi, personaggi, luoghi, ambienti, problemi di rilievo generale o locale. Giunto alla 21ma edizione, il concorso ha l’obiettivo di contribuire alla circuitazione dei film e all’approfondimento dei temi trattati in ambito […]

SOSTIENI ANCR CON IL 5 PER MILLE

IL 5 PER MILLE ALL'ARCHIVIO NAZIONALE CINEMATOGRAFICO DELLA RESISTENZA ONLUS

Scrivi il codice fiscale dell'Archivio 80085590018 nella sezione del sostegno al volontariato e alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale del CUD, 730, UNICO 2015

Donazioni